logo

 

Per qualsiasi richiesta di informazione o semplicemente per metterti in contatto con noi puoi inviarci un messaggio compilando il modulo sottostante. Ti risponderemo il prima possibile, grazie!

    Inserisci questo codice: captcha

    Scrivi quello che stai cercando:
    +39 02 515005 info@gponemilano.com

    Iscriviti alla newsletter GP ONE!

    Potrai usufruire di offerte speciali a te riservate e sarai sempre aggiornato su novità, eventi e promozioni dal mondo delle due ruote. Inserisci la tua email e let's join us!

      Inserisci questo codice: captcha
      Acconsento l'utilizzo dei miei dati personali ai sensi del D.lgs. n. 196/2003 ed al GDPR 679/2016.
      La BMW di SuperBike Italia fa tappa da Gp One Milano - GP ONE MILANO
      60573
      post-template-default,single,single-post,postid-60573,single-format-standard,qode-core-1.1.1,suprema-ver-1.10,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-down-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-default,qodef-fullscreen-search,qodef-search-fade,qodef-side-menu-slide-with-content,qodef-width-470,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

      La BMW di SuperBike Italia fa tappa da Gp One Milano

      La BMW di SuperBike Italia fa tappa da Gp One Milano

      Vi riportiamo degli estratti dell’articolo che trovate su SuperBike Italia di Novembre, scritto da Lorenzo Schiappadini.

      “Sono bastati un pomeriggio da BMW Milano e un altro da GP One Milano, la nostra ormai storica officina di fiducia, per cambiare completamente faccia alla S1000. Adesso vi racconto tutto per filo e per segno. […]

      […] in un uggioso pomeriggio di metà ottobre, sono andato a trovare i ragazzi di GP One Milano con uno zaino stracolmo di componenti Lightech, accompagnati da un terminale Arrow Pro-Race. Questa volta, anziché lasciare la moto in officina, sono rimasto sul posto in versione “anziano che guarda i lavori”, assistendo alla trasformazione della belva bavarese sotto i miei occhi. In poco più di un paio d’ore Enzo, supportato dal suo fido apprendista “Simon Silver”, ha rivoltato la RR come un calzino montando nell’ordine: tendicatena, tamponi per i perni ruota, protezione per la leva del freno, pedane arretrate e regolabili “R Version”, tappo di carico dell’olio motore, tappo del serbatoio a vite e portatarga.

      Ogni singolo componente è andato su sotto i miei occhi senza un singolo problema. Anzi, Enzo ci ha tenuto a complimentarsi, oltre che per la qualità estetica delle lavorazioni, per la precisione del montaggio di tutte le parti Lightech: complimenti che ovviamente vanno girati a chi produce tutto questo ben di Dio in alluminio ricavato dal pieno a Santa Lucia di Piave (TV).

      Infine l’opera è stata ultimata con l’eliminazione delle pedane del passeggero, così da completare il look monoposto, e con l’installazione del compattissimo terminale Arrow in Nichrom, una lega d’acciaio particolarmente resistente alle alte temperature.”

       

      Trovate il resto dell’articolo sulla rivista 😉